Naturalmente Tangi

Naturalmente Tangi

naturalmente-tangi-ballo-campi

La valorizzazione della cultura contadina e delle bellezze paesaggistiche del territorio dell’Agroericino sono state al centro della manifestazione “Naturalmente Tangi” che per una settimana, dal 26 al 2 luglio, ha animato la piccola frazione rurale di Buseto Palizzolo, a confine tra i comuni di Erice e Valderice.

Diverse le iniziative ed i momenti di animazione che si sono tenuti per l’occasione, a partire dai giochi per bambini, il torneo di “ciappeddi”, spettacoli e balli di liscio in piazza. Tra i momenti clou c’è stata la rievocazione delle laboriose fasi della mietitura e raccolta del grano con metodi tradizionali: preparazione dell’aia, trasporto (stravuliari) dei fasci di spighe, battitura con gli zoccoli degli animali (cacciari), separazione della paglia (spagghiari) con l’ausilio del vento ed infine la passata a setaccio (cornuta cu civu). Domenica 2 luglio c’è stata anche la benedizione dei campi, dei prati e dei pascoli.

La manifestazione è stata organizzata dall’associazione cultura e tradizioni “Tangi” in collaborazione con i cittadini della frazione, l’associazione Pro Loco ed i Comuni di Buseto Palizzolo ed Erice proprio con l’obiettivo di tramandare alle nuove generazioni le antiche tradizioni contadine dell’Agroericino.

Nel corso di “Naturalmente Tangi” è stato possibile visitare il piccolo museo contadino e assistere a momenti di poesia dialettale, folklore con musica, canti e balli, come la tradizionale “cuntrananza”, l’antico ballo che si faceva proprio nell’aia. Per l’occasione si sono tenute anche degustazioni di prodotti e piatti tipici locali, come la “ghiotta di babbaluci”, “pani cunzato”, formaggio, sfinge, miliddi e buon vino locale.

Commenti

Lascia un commento