Autore: Redazione

Nel 2020 il Club Alpino Italiano centrale ha individuato e riconosciuto la sede sociale della baita CAI Erice, come Punto di Accoglienza del Sentiero Italia CAI.

Spronati da questo prestigioso riconoscimento attribuito dal VPG Antonio Montani, i soci della Sottosezione CAI Erice e Agro Ericino hanno sviluppato, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, un importante progetto di valorizzazione delle aree verdi della montagna ericina.
Il progetto ha visto impegnati i soci volontari, per diversi mesi, nei lavori manuali di adeguamento e riqualificazione della baita sociale di via Piscina Apollonis, assegnata dal Comune in convenzione alla Sottosezione CAI di Erice.

Il Sentiero Italia (SI) è un sentiero escursionistico di lunga percorrenza lungo circa 6 880 km che attraversa le due grandi dorsali montuose della penisola italiana (Supramonte, Appennini e Alpi).

Il percorso, suddiviso in circa 400 tappe, parte dalla località di Santa Teresa di Gallura in provincia di Sassari e prosegue poi dalla Sicilia, partendo da Trapani, lungo tutta la dorsale appenninica e il versante meridionale delle Alpi fino a Muggia, in provincia di Trieste, utilizzando lunghi tratti di itinerari preesistenti quali la Grande Traversata delle Alpi, l’Alta Via dei Monti Liguri e la Grande Escursione Appenninica, attraversando in tutto 6 siti naturali UNESCO, 20 regioni e 360 comuni italiani.

Sabato 28 gennaio, si svolgeranno la conferenza stampa e il seminario di presentazione della rete sentieristica. Domenica si terrà un’ Educational Trekking Tour, che vedrà ripercorrere (da Erice a Custonaci) l’antico tracciato utilizzato per gli storici trasporti della Madonna di Custonaci per inaugurare la «Rete sentieristica dell’Agro-Ericino». All’evento sarà presente come testimonial d’eccezione la conduttrice televisiva Licia Colò.

Unica nel suo genere, inserita tra le più importanti manifestazioni della Settimana Santa in Sicilia, la Processione detta anche dei “Misteri” che si svolge a Buseto Palizzolo è il racconto, secondo i Vangeli, della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù Cristo, in sedici quadri viventi, composti su scenografici carri, ai quali si alternano gruppi di fedeli in abiti penitenziali tradizionali e diverse bande musicali.
Gli abitanti della cittadina impersonano dal vivo, mantenendosi immobili fino a sembrare delle vere statue, i personaggi che compongono i vari quadri che riproducono determinati momenti della Via Crucis.
La Processione della Via Crucis, nel suo lungo percorso, dall’inizio alla fine, offre una molteplicità di momenti tutti da vivere. L’uscita e lo snodarsi lungo le vie del paese quando tutto ancora è schiarito dalla luce del giorno è uno spettacolo impareggiabile, ma è indubbiamente al calare della sera, che la Processione nel suo insieme esprime tutta la sua bellezza e raggiunge i più alti livelli espressivi

http://www.confraternitacrocifissobuseto.it/

Si svolgerà dal 15 al 24 settembre 2017 la ventesima edizione del Cous Cous Fest, festival internazionale dell’integrazione culturale. Sarà un’edizione da ricordare, la rassegna sanvitese che attira ogni anno oltre 250mila visitatori celebrerà, infatti, il suo ventennale. Un programma ricco di soprese, iniziative e special guest festeggerà questo importante anniversario.

Protagonista della manifestazione sarà sempre il Cous Cous, piatto povero per eccellenza ma capace di far incontrare, in questa piccola cittadina della Sicilia nord-occidentale, chef provenienti da tutto il mondo all’insegna dell’integrazione e dello scambio. Dieci giorni da vivere tra appassionanti gare gastronomiche, degustazioni di cous cous, cooking show di chef stellati, lezioni di cucina per grandi e bambini, concerti di grandi artisti italiani e internazionali, talk show e momenti di approfondimento. Il tutto nella splendida cornice di una cittadina, che con il suo clima caldo, il suo mare cristallino e la bellezza delle sue spiagge, premiate ogni anno con importanti riconoscimenti, è la location ideale per prolungare un altro po’ il piacevole relax delle vacanze estive.

http://www.couscousfest.it/

C’è una grotta a Custonaci, in provincia di Trapani, dove a Natale si celebra la nascita di Gesù. Siamo a Scurati, in quello che una volta era un piccolo borgo rurale e dove oggi la gente del luogo (veri artigiani, contadini, pastori, donne, bambini, venditori) per qualche giorno veste i panni d’attore e fa rivivere la vita di un tempo: le  botteghe artigianali, gli ambienti domestici,  corredati da utensili e attrezzi originali, gli antichi mestieri, gli animali nel cortile. Voci, suoni, odori, azioni e manufatti raccontano autentiche tradizioni siciliane e consuetudini  quotidiane. Il culmine si raggiunge nel cuore della grotta dove viene riprodotta la scena della Natività. Un’emozione grandissima che vale la pena vivere!

Per maggiori info www. Presepeviventedicustonaci.it

Ad Erice, in un’atmosfera di rara suggestione, nel primo pomeriggio del Venerdì Santo si svolge lungo le strade acciottolate del centro storico la Processione dei Misteri. Un evento dal fascino irresistibile e dal sapore di un tempo. Dall’antica chiesa di S. Orsola partono i gruppi statuari alloggiati nelle basi lignee per il trasporto, le cosiddette vare, che rappresentano artisticamente la passione e la morte di Cristo. Le statue settecentesche sono realizzate in legno, tela e colla. I gruppi sacri, decorati sobriamente con fiori e illuminati da torce di cera, portati a spalla dai fedeli, attraversano le vie principali del suggestivo centro storico, accompagni dalla banda musicale, si fermano in Piazza della Loggia e al calar della sera ritornano nella loro Chiesa.
Per molti aspetti la Processione assomiglia a quella che ha luogo nella stessa giornata, ovvero il Venerdì Santo, a Trapani, ma ha dimensioni più ridotte.

Torna l’appuntamento annuale con gli eventi natalizi nell’antico borgo di Erice. Concerti, mostre, spettacoli faranno da cornice a questa edizione che prende il via l’8 dicembre e durerà fino all’8 gennaio 2017.
Da non perdere il festival “Zampogne dal Mondo” Rassegna Internazionale di Musiche e Strumenti Popolari,  e la mostra itinerante dei presepi nelle chiese, nei cortili, nelle botteghe del centro storico. E per concludere in piazza si organizzeranno i pittoreschi mercatini di Natale con le suggestive casette in legno.

Programma completo su www.ericenatale.it

Per gli amanti della natura è importante riconoscere le specie di funghi di bosco più diffuse nel territorio siciliano. Il gruppo Micologico Pocorobba organizza dal 13 a l 17 febbraio, a Valderice, un corso di micologia finalizzato all’ottenimento del tesserino per la raccolta dei funghi epigei spontanei di Sicilia.

I dintorni dell’Agro Ericino, in particolare la zona del Bosco di Scorace, sono ricchi di molte varietà di miceti: dai comuni prataioli alle mazze di tamburo, fino al pregiato porcino.

Per informazioni sul corso: www.mykotrapani.it